Alla scoperta di un mondo… di libri

bimbi libri e letture

All’interno del nostro asino nido bilingue “Gli Amici di Pooh” e della nostra scuola materna bilingue, da sempre viene riservata notevole importanza alla lettura.

Sin da molto piccoli, i bambini vengono avvicinati ai libri (tattili, morbidi, cartonati…) proposti quotidianamente all’interno di uno spazio pensato per rendere questa esperienza significativa.

La proposta quotidiana di libri da leggere favorisce, nel bambino, la concentrazione, lo sviluppo della comprensione, l’accrescimento della creatività, delle competenze logiche e linguistiche.

Attraverso la lettura ad alta voce e la lettura partecipata, i bambini, vivono positivamente, la relazione con l’adulto. Leggere ad un bambino sin dai primi mesi di vita riveste per il bambino un atto profondamente importante. Leggere significa dedicare del tempo di qualità al piccolo fruitore: ci si mette al suo stesso piano trovando un linguaggio capace di incuriosire e catturare l’attenzione del bambino, si crea un legame empatico capace di consolidare la relazione già esistente con l’adulto.

Il piacere della lettura nasce se gli adulti favoriscono un incontro precoce con ogni tipo di libro, se leggono ai bambini e, se offrono loro un modello adeguato.

La lettura ad alta voce aiuta il bambino a cogliere le relazioni logico-temporali tra gli eventi, stimola la capacità di rappresentazione mentale e la creatività, e nel tempo, può essere utilizzato come strumento per aiutare il bambino a formulare ipotesi. Fondamentale è la consapevolezza dell’adulto nei confronti del valore di questo momento di condivisione; il bambino è in grado di percepire lo stato d’animo, le emozioni e l’interesse dell’adulto legati a questo momento.

Nelle nostre strutture educative lo spazio lettura viene pensato e definito all’interno di un ambiente tranquillo, dove l’adulto possa porsi all’interno di uno spazio che predisponga i bambini all’ascolto e con accesso visivo alla storia.

Durante la lettura è importante che l’adulto faccia emergere il proprio trasporto, interesse e coinvolgimento, questo farà si che la passione della lettura possa divenire un’esperienza condivisa. L’adulto legge con il bambino, non al bambino!

Al fine di sollecitare l’interesse e la curiosità, il libro deve divenire strumento magico, allettante, capace di introdurlo in mondi magici, simbolici in esso racchiusi.

La lettura è un’esperienza creativa capace di espandere il pensiero, il bambino interpella sè stesso, la sua affettività e le sue qualità.

Dal punto di vista emotivo, leggere una storia ad un bambino gli consente di esplorare le emozioni più intime in compagnia degli adulti che possono contenerlo, rassicurarlo, fornirli spiegazioni.

Dal punto di vista cognitivo, la lettura offre al bambino un canale alternativo di conoscenza, oltre all’esperienza diretta; favorisce la comprensione del mondo che lo circonda, allarga la mente alla scoperta e all’esplorazione, sviluppa immaginazione, fantasia, creatività curiosità. La lettura favorisce lo sviluppo della creazione dell’immaginario (sia adulti che bambini escono dagli schemi creando, con la propria fantasia, mondi fantastici) ampliando e dilatando esperienze di vita quotidiane.

I bambini si immedesimano in personaggi, condividendone pensieri, emozioni e stati d’animo. I personaggi diventano così amici reali, i quali accompagnano alla scoperta della realta, delle emozioni e della capacità di sbagliare, delle proprie debolezze , fragilità, ma anche le risorse nascoste e, a volte, sottovalutate.

Partendo da questi presupposti, affianco alla lettura quotidiana di libri, all’interno delle nostre scuole ogni anno, prende il suo avvio il progetto ‘la mia storia preferita’. Ogni giorno, un bambino, se vorrà , potrà portare a scuola la propia storia preferita per condividerla con i compagni. La lettura diventerà il punto di partenza di attività creative ed espressive che gli educatori proporranno ai bambini , il cui fine sarà un vissuto attivo e coinvolgente!

Buona lettura a tutti!!